Mulino Val D'Orcia utilizza cookie e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

Lievito Madre: cos'è e perché è importante?

Di cosa è fatto il lievito madre e quali sono i suoi benefici 7/9/2017

Vi è mai capitato, guardando una trasmissione in TV dedicata alla cucina, di sentire gli chef che sottolineano l’importanza del lievito madre nelle preparazioni?
Sempre più frequentemente ci consigliano di utilizzare il lievito madre nei nostri impasti per ottenere risultati migliori.
Eppure fino a qualche tempo fa questo metodo di lievitazione era quasi totalmente scomparso a vantaggio del lievito di birra e dei lieviti chimici, lasciando solo le nostre nonne depositarie di questo antico sapere.

MA DI COSA E’ FATTO IL LIEVITO MADRE


Acqua e farina, niente di più semplice e niente di più complesso. La magia si crea partendo da un impasto semplicissimo. La flora batterica contenuta nella farina, nell’acqua, nell’aria e nelle nostre mani (che vanno comunque lavate prima di impastare!) inizia a colonizzare quella palletta donandogli vita propria.
Per ottenere questo piccolo miracolo, che si rinnova ogni settimana, è necessario seguire dei piccoli accorgimenti, partendo dalle due componenti base.


La farina deve essere:


- Biologica: perché ogni sorta di trattamento chimico subito dal grano, vi condurrà ad un più che probabile fallimento;
- Macinata a pietra: perchè consente di avere una farina completa degli strati esterni del chicco e soprattutto del germe che sono una vera e propria fonte di vita.


L’acqua deve essere:


- Pura: l’acqua deve essere pura e senza cloro perché le proprietà disinfettanti di quest’ultimo non consentono alla flora di moltiplicarsi.

Se odiate il fallimento un piccolo trucco per aumentare le probabilità di riuscita è inserire un cucchiaino di zucchero o di miele nell’impasto. I batteri, infatti, si nutrono di zuccheri e li trasformano in acidi dando uno “sprint” alla lievitazione.
Non basta però il primo impasto per ottenere il lievito madre, servono i cosiddetti rinfreschi per arrivare a regime e soprattutto per mantenerlo vivo e funzionale.


PERCHE’ IL LIEVITO MADRE È IMPORTANTE


La risposta è nel nostro stomaco. Un prodotto a lievitazione naturale è molto più digeribile di uno che non lo è.
La flora batterica che rende possibile la lievitazione è composta da più di 300 microorganismi che durante la lievitazione agiscono direttamente sulle componenti della farina dando luogo ad una sorta di pre-digestione.

Inoltre i principali artefici del processo di lievitazione, i lattobacilli (presenti anche nel nostro intestino) contrastano efficacemente i batteri patogeni e rilasciano acido lattico che è un conservante naturale.
Infine il lievito madre dona alla vostra creazione un sapore più intenso e gradevole.
Il risultato dunque è un prodotto: più digeribile, più salutare, che dura più a lungo e soprattutto più buono!

LEGGI ANCHE: Come conservare il lievito madre


I Nostri Prodotti

Dettagli Prodotto

Cesto Pasta, Olio e Sugo

Cesto Pasta, Olio e Sugo

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Confezione juta Componibile

Confezione juta Componibile

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Box Vino e Pasta

Box Vino e Pasta

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Cesto Piccolo Componibile

Cesto Piccolo Componibile

Natale è alle porte, potres...

Vai alla lista prodotti

BLOG SEARCH



Mulino val d'orcia
L'Esperto risponde

BLOG SEARCH



Mulino val d'orcia
L'Esperto risponde


TAG