Mulino Val D'Orcia utilizza cookie e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

Le domande più frequenti sulla Farina

Rispondiamo alle vostre curiosità 13/9/2018

Le domande più frequenti che i nostri clienti ci hanno fatto sulle farine sono: "Che differenza c'è tra farina e semola?", "Come devo conservare la farina?" oppure "Come posso usare la farina di ceci?" "Perchè non avete la farina di tipo 0 o 00 e che differenza c'è con la Tipo 1 e 2?".
Abbiamo cercato di darvi delle risposte semplici e immediate, dando la possibilità di approfondire ai più curiosi! Insomma la farina è la base su cui si fonda la cultura gastronomica italiana, da essa nascono pane, pasta, pizza e dolci di ogni genere. Saperne di più, significa sapere cosa mangiamo ogni giorno.

Differenza tra farina e semola



FARINA

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo fare un'ulteriore distinzione. Sapete la differenza tra grano tenero e grano duro? Il grano tenero ha un chicco più rotondo, dal colore opaco e dalla consistenza friabile. Il chicco grano duro, invece, è veramente duro, dal colore traslucido e dalla forma più allungata.
Dalla macinazione del grano tenero si ottiene quella che, comunemente, è chiamata Farina, dalla macinazione del Grano duro, invece, si ottiene la semola. La differenza quindi non sta nella lavorazione, ma nella tipologia di grano macinato. Insomma tutte e due sono farine ma hanno caratteristiche e usi diversi. Con entrambi si possono fare pane e pasta. La pasta secca che trovate nei supermercati è fatta di semola. Quella fresca all'uovo, prevalentemente di farina di grano tenero. Il pane, si può fare con entrambe le tipologie di farine, anche se più comunemente viene utilizzata la farina di grano tenero.



PER APPROFONDIRE

Come usare la farina di ceci



ceci

La farina di ceci è un ingrediente molto buono e nutriente. Consumare prodotti a base di farina di ceci è salutare e consigliabile perchè essa è fonte di vitamine, sali minerali e proteine. Ma come si utilizza in cucina? Beh i possibili utilizzi sono numerosi e sono molti i piatti regionali italiani in cui essa viene utilizzata. Per esempio in Toscana si fa la cecina, una torta bassa e salata che cuoce in forno ad alta temperatura. La stessa cecina viene chiamata farinata nelle zone della Liguria. In Sicilia viene utilizzata per cucinare le famigerate panelle. La farina di ceci, inoltre, è un alimento più versatile di quello che si pensi. Con essa potrete preparare pasta fresca all'uovo, panature e pastelle per fritti dal gusto particolare e buonissimo!



PER APPROFONDIRE

Come conservare la farina



farina conservare

La farina, a differenza di quello che si possa pensare, è un alimento dall'equilibrio delicato e soprattutto vivo. La testimonianza di questo è data dal fatto che, spesso, mescolandola solo con l'acqua, fermenta da sola, diventando un principio di pasta madre. Inoltre avete mai fatto caso che, spesso, se conservate il sacchetto della farina per molto tempo, si formano al suo interno farfalline e piccoli insetti? Per evitare questi spiacevoli inconvenienti, vi consigliamo di conservare la farina in un luogo fresco e asciutto, in un recipiente di vetro a chiusura ermetica. Questo vi consentirà di impedire alle farfalline della farina di infestare la dispensa e, soprattutto, di evitare che la farina assorba odori forti dei prodotti della dispensa.



PER APPROFONDIRE

Che significa Farina 00, 0, 1, 2?



farina integrale

Per rispondere a questa domanda una premessa è d'obbligo. Esistono due principali modi di ottenere la farina dal grano. Con la macinazione a pietra e con quella, più moderna, a cilindri. Con la macinazione a pietra il chicco viene interamente schiacciato, conservando anche la parte esterna e il germe. La macinazione a cilindri elimina il germe e il rivestimento del chicco, dando luogo a farine raffinate e prive di molti elementi e nutritivi importanti contenuti nel grano. Dalla macinazione a cilindri nascono le farine di tipo 00 (le più raffinate) e di tipo 0 (raffinata ma dalla grana più grossolana). Dalla macinazione in pietra si ottengono la farina di tipo 1, di tipo 2 e la vera farina integrale.



PER APPROFONDIRE


I Nostri Prodotti

Dettagli Prodotto

Cesto Pasta, Olio e Sugo

Cesto Pasta, Olio e Sugo

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Confezione juta Componibile

Confezione juta Componibile

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Box Vino e Pasta

Box Vino e Pasta

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Cesto Piccolo Componibile

Cesto Piccolo Componibile

Natale è alle porte, potres...

Vai alla lista prodotti

BLOG SEARCH



Mulino val d'orcia
L'Esperto risponde

BLOG SEARCH



Mulino val d'orcia
L'Esperto risponde


TAG