Mulino Val D'Orcia utilizza cookie e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

Progetto PIF Annualità 2017 - “Dal Campo alla tavola: grani antichi bio della Val d’Orcia”

Progetto PIF Annualità 2017 5/10/2017

Settore Produttivo: Filiera cereali in particolare solo Grano Tenero e Grano Duro BIOLOGICI

Capofila del Progetto PIF: Azienda Agricola Grappi Luchino – Pienza (SI)

Ai sensi del bando Progetti integrati di Filiera P.I.F – Annualità 2017, sul PSR 2014 2020 Regione Toscana, pubblicato sul BURT del 19 07 2017, la società, Azienda Agricola Grappi Luchino, operante nella filiera cereali, in particolare Grano tenero e duro Biologico, con sede in PIENZA, Podere Lamone n°65, è interessata a presentare, in qualità di capofila, un progetto da presentarsi sul bando Progetti Integrati di Filiera P.I.F – Annualità 2017, sul PSR 2014 2020 Regione Toscana, pubblicato sul BURT del 19 07 2017. Il progetto riguarderà tutte le fasi della filiera: produzione primaria, conservazione, trasformazione e commercializzazione. Tutte le misure e sottomisure attivate nel PIF sono volte a raggiungere i seguenti obiettivi:

1) Introduzione di innovazione tecnologica nelle aziende agricole per ottimizzare le lavorazioni e i sistemi di stoccaggio aziendali
2) riduzione dei costi della produzione primaria legata al miglioramento delle attrezzature e delle strutture agricole della filiera
3) aumento delle capacità di trasformazione della materia prima, miglioramento della logistica e della commercializzazione
4) valorizzazione dei prodotti ottenuti dalla lavorazione e dalla trasformazione
5) ottimizzare la qualità igienico sanitarie e la conservazione della materia prima, ridurre gli impatti ambientali e contribuire alla
diminuzione dei costi di processo da parte dei produttori della zona attraverso la realizzazione un progetto di cooperazione
6) verificare l’applicabilità di tecnologie, tecniche e pratiche agronomiche e non, in relazione ai contesti geografici e a specifici tipologie di
materie prime attraverso la realizzazione di un progetto di cooperazione
7) incrementare la conoscenza dei produttori attraverso un progetto di trasferimento di informazioni e formazione.

Attraverso il raggiungimento di questi obiettivi il capofila intende superare le criticità individuate nel progetto PIF. I vantaggi per le imprese aderenti al PIF sono riferibili alla possibilità di aderire ad un accordo di filiera. Oltre a ciò i partecipanti al progetto PIF potranno richiedere contributi in conto capitale variabili a seconda delle misure attivabili e tipologia d’investimenti che verranno inseriti
in progetto.

Le misure e le sottomisure attivabili all’interno del progetto PIF, annualità 2017 sono: 1.2 Sostegno alle attività di dimostrazione e azioni di informazione; 4.1 Sostegno agli investimenti nelle aziende agricole (4.1.3 – 4.1.5); 4.2 Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/ sviluppo dei prodotti agricoli; 16.2 Sostegno a progetti pilota e di cooperazione; 16.3 Cooperazione tra piccoli
operatori per organizzare processi di lavoro in comune e per condividere strumenti e risorse

Per i partecipanti diretti i vincoli previsti riguardano la sottoscrizione dell’accordo di filiera e il rispetto di tutti gli impegni assunti, compresa eventuale sottoscrizione di un contratto di rete d’impresa.

In caso di decadenza del progetto per inadempimento di uno o più soggetti, il progetto prevede il risarcimento di tutti i danni da questi causati agli atri soggetti partecipanti e/o al capofila.

Gli interessati devono presentare al capofila Azienda Agricola Grappi Luchino (per info su modalità e tempi di partecipazione contattare gli uffici della azienda agricola allo 3452329477, email: mulino.valdorcia@libero.it mail pec: luchinograppi@pec.it i documenti contenente i dati necessari alla partecipazione al progetto e la sottoscrizione di una scheda di manifestazione d’interesse. Il capofila mette a disposizione degli interessati un gruppo di consulenti ed esperti, per rispondere a eventuali domande sull’argomento.

La selezione dei partecipanti avviene: per ammissibilità al bando (da verificare per singolo partecipante), per filiera (in particolare solo produzione di grano duro e tenero biologico) e per la scelta degli investimenti fra quelli in obiettivo. La richiesta di adesione al progetto deve avvenire entro e non oltre il 12 ottobre 2017


I Nostri Prodotti

Dettagli Prodotto

Cesto Pasta, Olio e Sugo

Cesto Pasta, Olio e Sugo

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Confezione juta Componibile

Confezione juta Componibile

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Box Vino e Pasta

Box Vino e Pasta

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Cesto Piccolo Componibile

Cesto Piccolo Componibile

Natale è alle porte, potres...

Vai alla lista prodotti

BLOG SEARCH



Mulino val d'orcia
L'Esperto risponde

BLOG SEARCH



Mulino val d'orcia
L'Esperto risponde


TAG