Mulino Val D'Orcia utilizza cookie e tecnologie simili per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

Dal campo alla tavola: grani antichi bio della Val d'Orcia

PROGETTO PIF: Riunione pubblica in data 4 Ottobre 2017 29/9/2017

AVVISO PUBBLICO



Ai sensi del bando Progetti integrati di Filiera P.I.F – Annualità 2017, sul PSR 2014 2020 Regione Toscana, pubblicato sul BURT del 19/07/2017, la società, Azienda Agricola Grappi Luchino, operante nella filiera cereali, in particolare Grano tenero e duro Biologico, con sede in PIENZA, Podere Lamone n°65, è interessata a presentare, in qualità di capofila, un progetto da presentarsi sul bando Progetti integrati di Filiera P.I.F – Annualità 2017, sul PSR 2014 2020 Regione Toscana, pubblicato sul BURT del 19 07 2017, indice una:


RIUNIONE PUBBLICA in data 04 OTTOBRE 2017


Presso la sede della società, in PIENZA, a cominciare dalle ore 9,00



La riunione ha l’obiettivo di illustrare il Progetto Integrato di Filiera che si intende realizzare e le opportunità previste dal bando regionale PIF Annualità 2017, per coloro che aderiranno al progetto sottoscrivendo l’accordo di filiera, sia in qualità di partecipanti diretti che indiretti.
Con questo progetto l’azienda intende perseguire alcuni importanti obiettivi produttivi, ambientali e commerciali, necessari a imprimere alla filiera, nuovo vigore e nuovi sviluppi.
Nel PIF saranno attivate, a supporto di tutto il progetto, anche le sottomisura 1.2, 16.2 e 16.3, in collaborazione con Università e Enti di ricerca e Agenzie formative riconosciute dalla Regione Toscana. Tutte le sottomisure attivate sono volte a raggiungere i seguenti obiettivi:

1) Introduzione di innovazione tecnologica nelle aziende agricole per ottimizzare le lavorazioni e i sistemi di stoccaggio aziendali

2) Riduzione dei costi della produzione primaria legata al miglioramento delle attrezzature e delle strutture agricole della filiera

3) Aumento delle capacità di trasformazione della materia prima, miglioramento della logistica e della commercializzazione

4) Valorizzazione dei prodotti ottenuti dalla lavorazione e dalla trasformazione

5) Ottimizzare la qualità igienico sanitarie e la conservazione della materia prima, ridurre gli impatti ambientali e contribuire alla diminuzione dei costi di processo da parte dei produttori della zona attraverso la realizzazione un progetto di cooperazione

6) Verificare l’applicabilità di tecnologie, tecniche e pratiche agronomiche e non, in relazione ai contesti geografici e a specifici tipologie di materie prime attraverso la realizzazione di un progetto di cooperazione

7) Incrementare la conoscenza dei produttori attraverso un progetto di trasferimento di informazioni e formazione.

Inoltre, sempre in sede di riunione, verranno spiegati, supportati dallo Studio Tecnico S.I.A., i vincoli previsti sia per i partecipanti diretti che per quelli indiretti, nel caso della adesione al progetto integrato di filiera che qui di seguito vengono brevemente riassunti:
- verifica da parte del referente di tutti le condizioni d’accesso ai fini della partecipazione al presente bando;
- presentazione delle domande di aiuto per la realizzazione degli interventi inseriti nel progetto PIF;
- realizzazione di detti interventi nel rispetto delle procedure ed espletamento di tutti gli adempimenti stabiliti dai provvedimenti regionali che disciplinano le diverse attività;
- rispetto di tutti gli impegni, vincoli, prescrizioni, ed adempimenti previsti dal bando in relazione ai singoli interventi ed al progetto di filiera nel suo complesso;
- adesione e sottoscrizione dell’accordo di filiera nonché rispetto di ogni obbligo in esso previsto.

In caso di decadenza del progetto per inadempimento di uno o più soggetti, il progetto prevede la responsabilità solidale.
Gli interessati sono inviatati a partecipare numerosi alla riunione e farsi partecipi dell’iniziativa anche nei confronti di altri agricoltori che non conoscono la nostra realtà produttiva e la nostra attività. In caso di necessità potete contattare, per info su modalità e tempi di partecipazione, gli uffici dell’azienda telefonando al 3452329477 o scrivendo a mulino.valdorcia@libero.it. Alla riunione saranno presenti consulenti per rispondere alle vs. domande sull’argomento.

La richiesta di adesione al progetto deve avvenire entro e non oltre il 12 10 2017, visto che la scadenza di presentazione
del bando è il giorno 10/11/2017 ore 13.00


I Nostri Prodotti

Dettagli Prodotto

Cesto Pasta, Olio e Sugo

Cesto Pasta, Olio e Sugo

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Confezione juta Componibile

Confezione juta Componibile

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Box Vino e Pasta

Box Vino e Pasta

Natale è alle porte, potres...

Dettagli Prodotto

Cesto Piccolo Componibile

Cesto Piccolo Componibile

Natale è alle porte, potres...

Vai alla lista prodotti

BLOG SEARCH



Mulino val d'orcia
L'Esperto risponde

BLOG SEARCH



Mulino val d'orcia
L'Esperto risponde


TAG